Global Tavor 2018 12 02

Nel Global Tavor del 2/12/2018: Straccio e Camel si sentono ben sicuri nel colon del paese, insieme a un De Magistris descamisado, esplorando il Museo dell’orrore del nuovo decreto. D’altra parte è vero che la guerra con i droni non è guerra, precisamente come Kate parla italiano, ciao neh. Globulo, metaregistrato négligée, ha il fiatone da vita rupestre. Il PD invece non gioca con le figurine, ma la sfi*a di Martyna è enorme, quasi come Piero Angela, eletto torinese natalizio dell’anno, ma in assenza di film di Checco Zalone. Tozzo! Epicureo! Fico! Le poesie immonde di Farinetti, l’omino buffo coi baffi, e il cantautore Malnato. E poi un Putin imbalsamato che dà il “five” al macellaio saudita. Un tempo Jack Nicholson ci provava con la Giorgi, mentre Pertini le toccava il popò, ora invece rimane solo Malgioglio che ha paura: se Salvini mangia pesante, che il colesterolo faccia il suo corso. E’ un mondo meraviglioso…

 

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *