Global Tavor 2018 11 24

Straccio, Camel e Globulo questa settimana sorseggiano Franciacorta dalla Fiera di Santa Lucia, sotto il portico dei servi, con il gilet giallo e il il ruttino educativo, evidenziando che Dolce e Gabbana non hanno ucciso nessuno e narrando le vicende delle ultime idealiste: Silvia Romano nelle prigioni del popolo e il nobile intento di aiutare Gramellini a casa sua. “La patonza deve givave”, diceva l’avvocato, ma – scherzi a parte – lo scenario è: Malena, il suo culo, il PD, ma tutti da Bonolis. Visto che ancora non girano abbastanza armi, uccidiamo con il libretto al portatore, dice Giuseppe Conte, che ha una forte congiuntivite. Non vorremmo bestemmiare, ma – Beato Balsamo – non andare a cercare i tuoi sogni sul Colle della Rognosa a meno che tu non abbia volontà di martirio, d’altra parte la Regina Letizia ha la passione per le stampe animaleur (e per i pumps) per cui evita la Nutella, la merda e il Pan di Stelle. Alfredo Mercurio schiaccia fagiani cantando Bohemian Rapsody: “bum dale dale”, pura poesia se hai bisogno di 3 chili di merda. Ma nell’Oceano Indiano succedono cose inaudite: Gesù li ama, ma gli abitanti di North Sentinel non ne vogliono mezza. Magari andrebbe meglio col popò della Salemi o con il brodo ipnotico de La Reputrida, ça va sans dire…

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *